Cambiamento: non è mai troppo tardi

Cmabiamento coaching

Tempo di lettura: < 1 minuto

Quarantenni, cinquantenni e anche sessantenni! Ora non avete più scuse! Se siete fra quelli che vorrebbero cambiare qualcosa nella loro vita “ma alla mia età”… sappiate che se lo volete davvero la scusa degli anni, che era già debole prima, oggi proprio non regge più.

Un 65enne di oggi ha la forma fisica e cognitiva di un 40-45enne di 30 anni fa. E un 75enne quella di un individuo che aveva 55 anni nel 1980″, ha detto all’Ansa Niccolò Marchionni​, professore ordinario dell’Università di Firenze e direttore del dipartimento cardiovascolare dell’Ospedale Careggi in occasione del Congresso nazionale della Società italiana di gerontologia e geriatria svoltosi a Roma a dicembre.
In quella sede è stato stabilito che solo a 75 anni noi italiani possiamo dirci anziani. Questo sulla base della qualità della vita e dell’accesso alle cure, unitamente ai dati sulla salute della popolazione.

L’aspettativa di vita è aumentata di circa 20 anni rispetto alla prima decade del 1900 e, come dice il professor Marchionni: “La realtà è sotto gli occhi di tutti, una persona che ha 65 anni ai giorni nostri non si riesce proprio più a percepirla come ‘anziana’”.

Dunque amiche e amici over 40, su la testa! Affidatevi a un coach per facilitare il cambiamento.

 

Massimo Calvi

Coach ACC – ICF

Massimo Calvi è Coach con credenziali internazionali ACC – ICF e dal 1991 è giornalista (è iscritto all’Ordine nell’elenco dei Giornalisti Professionisti). Particolarmente orientato al mondo business, ha una forte passione anche per le sfide personali e, per questo, svolge volentieri anche sessioni di Life CoachingGroup Coaching e Team Coaching.

Vuoi approfondire? Contattaci

Contatto servizi